Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri arrow INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 61 - 70 di 237
Ordina per
Mostra # risultati



61. ANCHE IL SOLO TITOLO DI UN ARTICOLO PUO' CONFIGURARE DIFFAMAZIONE - In caso di affermazione compiuta ed univoca (Cassazione Sezione Terza Civile n. 7137 del 21 marzo 2013, Pres. Berruti, Rel. Massera).
(Informazione e comunicazione)

In tema di responsabilità risarcitoria derivante da diffamazione a mezzo stampa, può configurarsi una violazione del canone della continenza formale, ovvero di un onere di presentazione misurata della notizia, anche sulla base della c...
21/03/2013 | 9033 Visite

62. LA RISPONDENZA AL VERO DEI FATTI NARRATI DAL GIORNALISTA DEVE ESSERE VALUTATA IN RAPPORTO AL NUCLEO FONDAMENTALE DELLA NOTIZIA - Ai fini dell'esercizio del diritto di informazione (Cassazione Sezione Terza Civile n. 2661 del 5 febbraio 2013, Pres. Carleo, Rel. Giacalone).
(Informazione e comunicazione)

In materia di diffamazione a mezzo stampa il rispetto del limite della continenza va valutato con riferimento non solo al contenuto dell'articolo, ma all'intero contesto espressivo in cui l'articolo ├Ę inserito, compresi titoli, sottotitoli, ...
05/02/2013 | 9382 Visite

63. NELL'ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CRONACA SI DEVE RISPETTARE LA VERITA' OGGETTIVA O ANCHE SOLTANTO PUTATIVA - E' richiesto un serio e diligente lavoro di ricerca (Cassazione Sezione Terza Civile n. 800 del 15 gennaio 2013, Pres. Trifone, Rel. Ambrosio).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

La lesione dell'onore e della reputazione altrui non si verifica quando la diffusione a mezzo stampa delle notizie costituisce legittimo esercizio del diritto di cronaca, condizionato dall'esistenza dei seguenti presupposti: a) la verità ogg...
15/01/2013 | 8406 Visite

64. IL GIORNALISTA PUO' DESCRIVERE LE ABITUDINI SESSUALI DI UNA PERSONA QUANDO L'INFORMAZIONE SIA ESSENZIALE - Nel rispetto della dignità (Cassazione Sezione Terza Civile n. 17408 del 12 ottobre 2012, Pres. Amatucci, Rel. Frasca).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

In materia di tutela della riservatezza, il d.lgs n.196 del 2003 contempla espressamente nell'art. 136 l'attività giornalistica e quella comunque con analoga finalità (come la redazione di un libro), all'art. 137 sottrae per essa il t...
12/10/2012 | 9208 Visite

65. LA LESIONE DELLA REPUTAZIONE E' UN DANNO IN RE IPSA - In quanto privazione di un valore della persona umana (Cassazione Sezione Lavoro n. 16543 del 28 settembre 2012, Pres. Roselli, Rel. Tria).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

La prova del danno da diffamazione pu├▓ essere data con ricorso al notorio e tramite presunzioni. Una volta dimostrata la lesione della reputazione professionale o personale - la quale va valutata in abstracto, ossia con riferimento al conten...
28/09/2012 | 9852 Visite

66. SOLTANTO LA CORRELAZIONE RIGOROSA TRA FATTO E NOTIZIA SODDISFA L'INTERESSE PUBBLICO ALL'INFORMAZIONE - Ed esclude la diffamazione (Cassazione Sezione Terza Civile n. 14822 del 4 settembre 2012, Pres. Chiarini, Rel. Amendola).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

In conformità a una giurisprudenza di legittimità più che consolidata, a partire dal noto arresto del 18 ottobre 1984, n. 5259, per considerare la divulgazione di notizie lesive dell'onore lecita espressione del diritto di cron...
04/09/2012 | 8764 Visite

67. L'UNICA POSSIBILE FORMA DI LIQUIDAZIONE DEL RISARCIMENTO DEL DANNO MORALE DA DIFFAMAZIONE E' QUELLA EQUITATIVA - Per la natura del pregiudizio (Cassazione Sezione Terza Civile n. 12460 del 19 luglio 2012, Pres. Finocchiaro, Rel. Ambrosio).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Il danno non patrimoniale, quale sofferenza patita dalla sfera morale del soggetto leso si realizza, nel caso di diffamazione,  nel momento in cui la parte lesa ne viene a conoscenza; dall'individuazione di detto evento consegue poi la valutaz...
19/07/2012 | 9570 Visite

68. CHI SVOLGE UN RUOLO POLITICO NON PUO' ESIMERSI DALL'ACCETTARE LA VERIFICA PUBBLICA DEI SUOI COMPORTAMENTI - Utilità sociale della discussione (Cassazione Sezione Terza Civile n. 4545 del 22 marzo 2012, Pres. Trifone, Rel. Carleo).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Posto che qualunque critica che concerna persone ├ę idonea a incidere in qualche modo in senso negativo sulla reputazione di qualcuno, escludere il diritto di critica ogniqualvolta leda, sia pure in modo minimo, la reputazione di taluno signi...
22/03/2012 | 8624 Visite

69. LE ACCUSE RIVOLTE A UN SUPERIORE DA UN SINDACALISTA POSSONO ESSERE RITENUTE GIUSTIFICATE DALL'ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CRITICA - Anche se aspre e graffianti (Cassazione Sezione Quinta Penale n. 7633 del 27 febbraio 2012, Presidente Grassi, Est. Bruno).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Gianantonio C. e Paolo M., dipendenti di una Questura, sindacalisti, sottoposti a un procedimento disciplinare, hanno inviato al Questore, al Procuratore della Repubblica e al Ministero dell'Interno un documento contenente valutazioni negative sul ...
27/02/2012 | 8777 Visite

70. L'EDITTO DI WULFF E I PRECEDENTI ITALIANI - In materia di interventi sulla libertà di informazione.
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Roma, 21 febbraio 2012 - Le dimissioni del presidente tedesco Wulff, dovute non solo ai suoi poco chiari rapporti con imprenditori, ma anche e soprattutto alla perentoria richiesta da lui rivolta a un giornalista tedesco di non parlarne, cad...
21/02/2012 | 8157 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca