Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri arrow INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 101 - 110 di 237
Ordina per
Mostra # risultati



101. IL GIORNALISTA NON E' PUNIBILE SE PUBBLICA UN'INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DI CONTENUTO DIFFAMATORIO - Purché mantenga la posizione di narratore asettico ed imparziale (Cassazione Sezione Terza Civile n. 5727 del 10 marzo 2009, Pres. Preden, Rel. D'Amico).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Allorché la notizia diffusa da un giornalista consiste nella cronaca di una dichiarazione resa in sede giudiziaria, non può ritenersi che egli sia tenuto a svolgere specifiche indagini sull'attendibilità del dichiarante poich&e...
10/03/2009 | 5399 Visite

102. IN CASO DI DIFFAMAZIONE, L'ESISTENZA DI DANNI MORALI E D'IMMAGINE NON DEVE ESSERE PROVATA - Stante la natura dell'illecito (Cassazione Sezione Terza Civile n. 5753 del 10 marzo 2009, Pres. Petti, Rel. Lanzillo).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Chi agisce in giudizio per ottenere il risarcimento del danno morale e d'immagine derivato da un'azione diffamatoria non ha l'onere di provare l'esistenza del danno. Nella stessa natura dell'illecito subito è implicita la dimostrazione che l...
10/03/2009 | 7084 Visite

103. UNA FRASE PUO' ASSUMERE PORTATA DIFFAMATORIA PER IL CONTESTO IN CUI E' COLLOCATA - Che ne modifica il significato (Cassazione Sezione Terza Civile n. 1976 del 27 gennaio 2009, Pres. Di Nanni, Rel. Segreto).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Vi è legittimo esercizio del diritto di cronaca soltanto quando vengano rispettate le seguenti condizioni: a) la verità (oggettiva o anche soltanto putativa, purché frutto di un serio e diligente lavoro di ricerca) delle...
27/01/2009 | 5644 Visite

104. LA CRITICA DI UN PROVVEDIMENTO GIUDIZIARIO E' ILLEGITTIMA SE TRASMODA IN DILEGGIO DEL MAGISTRATO CHE L'HA REDATTO - Deve costituire espressione di meditato pensiero (Cassazione Sezione Quinta Penale n. 2066 del 20 gennaio 2009, Pres. Ambrosiani, Rel. Amato).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Non v'è dubbio che i provvedimenti giudiziari possono essere oggetto di critica, anche aspra, in ragione della opinabilità degli argomenti che li sorreggono, ma non è lecito trasmodare in critiche virulente, concretanti il dile...
20/01/2009 | 5416 Visite

105. L'ACCOSTAMENTO FRA DUE NOTIZIE VERE PUO' AVERE EFFETTI DIFFAMATORI - La valutazione non deve essere atomistica (Cassazione Sezione Terza Civile n. 482 del 13 gennaio 2009, Pres. Di Nanni, Rel. Segreto).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

In tema di diffamazione, l'evento lesivo della reputazione altrui può ben realizzarsi, oltre che per il contenuto oggettivamente offensivo della frase autonomamente considerata, anche perché il contesto, in cui la stessa è pron...
13/01/2009 | 5426 Visite

106. LA CRITICA IDONEA AD OFFENDERE LA REPUTAZIONE INDIVIDUALE NON E' SEMPRE VIETATA - Occorre operare un bilanciamento (Cassazione Sezione Terza Civile n. 25 del 7 gennaio 2009, Pres. Vittoria, Rel. Amatucci).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

In tema di azione di risarcimento dei danni da diffamazione col mezzo della stampa, quando la narrazione di determinati fatti sia esposta insieme alle opinioni dell'autore dello scritto, in modo da costituire nel contempo esercizio di cronaca e di ...
07/01/2009 | 5387 Visite

107. LA SATIRA NON DEVE RISOLVERSI IN UN'AGGRESSIONE GRATUITA E DISTRUTTIVA DELLA REPUTAZIONE DEL SOGGETTO INTERESSATO - Essa deve essere collegata alla manifestazione di un dissenso ragionato (Cassazione Sezione Terza Civile n. 28411 del 28 novembre 2008, Pres. Di Nanni, Rel. Spirito).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

La satira costituisce una modalità corrosiva e spesso impietosa del diritto di critica e può realizzarsi anche mediante l'immagine artistica, come accade per la vignetta o per la caricatura, consistenti nella consapevole ed accentuata...
28/11/2008 | 5719 Visite

108. ANCHE UNA NOTIZIA VERA PUO' ASSUMERE PORTATA DIFFAMATORIA PER IL CONTESTO IN CUI E' INSERITA - V'è un rapporto di interazione (Cassazione Sezione Terza Civile n. 25157 del 14 ottobre 2008, Pres. Preden, Rel. Segreto).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

In tema di diffamazione, l'evento lesivo della reputazione altrui può ben realizzarsi, oltre che per il contenuto oggettivamente offensivo della frase autonomamente considerata, anche perché il contesto, in cui la stessa è pron...
14/10/2008 | 6380 Visite

109. IL CONSENSO ALLA PUBBLICAZIONE DI FOTOGRAFIE PUO' ESSERE SOTTOPOSTO A CONDIZIONI - Anche con riferimento alla natura del periodico (Cassazione Sezione Prima Civile n. 21995 del 1 settembre 2008, Pres. Vitrone, Rel. Salmè).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

L'attrice Valeria M. ha autorizzato lo studio fotografico C. alla pubblicazione di 75 sue fotografie a condizione che essa avvenisse su riviste di prestigio internazionale. Poiché alcune foto sono state pubblicate da settimanali italiani non...
01/09/2008 | 6135 Visite

110. IL CITTADINO INGIUSTAMENTE CONDANNATO DALLA GIUSTIZIA ITALIANA PER AVERE CRITICATO UN UOMO POLITICO HA DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO - Per violazione del diritto alla libertà di espressione (Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, sentenza del 17 luglio 2008).
(Archivi/Informazione e comunicazione)

Nell'aprile del 1995 l'avvocato Francesco Musotto ha chiesto al Tribunale di Palermo di condannare lo studioso Claudio Riolo al risarcimento del danno ed alla riparazione pecuniaria per il contenuto, da lui ritenuto diffamatorio, di alcuni brani di...
17/07/2008 | 6383 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca