Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri arrow GIUDICI, AVVOCATI E PROCESSI


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 71 - 80 di 740
Ordina per
Mostra # risultati



71. LA RIVALUTAZIONE E' UNA PROPRIETA' INTRINSECA ED INDISSOLUBILE DEI CREDITI DI LAVORO - Poteri d'ufficio (Cassazione Sezione Lavoro n. 7023 dell'8 aprile 2015, Pres. Lamorgese, Rel. Lorito).
(Giudici avvocati e processi)

La rivalutazione dei crediti di lavoro, costituendo una proprietà intrinseca ed indissolubile di tali crediti, come tale riconducibile alla "causa petendi" della domanda con cui il credito è fatto valere, deve essere oper...
08/04/2015 | 7752 Visite

72. LE PARTI HANNO ONERE DI COLLABORARE, FIN DALLE PRIME BATTUTE PROCESSUALI, A CIRCOSCRIVERE LA MATERIA CONTROVERSA - Evidenziando gli elementi in contestazione (Cassazione Sezione Terza Civile n. 5482 del 19 marzo 2015, Pres. e Rel. Vivaldi).
(Giudici avvocati e processi)

In ordine al principio di non contestazione va sottolineato che la norma dell'art. 115 c.p.c. nella formulazione attuale - a seguito delle  modifiche apportate dalla L. n. 69 del 2009 - è applicabile ai giudizi iniziati in primo grad...
19/03/2015 | 7118 Visite

73. E' INAMMISSIBILE IN CASSAZIONE LA PRODUZIONE PARZIALE DI CONTRATTI COLLETTIVI - E' necessario il testo integrale (Cassazione Sezione Lavoro n. 3323 del 19 febbraio 2015, Pres. Roselli, Rel. Lorito).
(Giudici avvocati e processi)

Va confermata la giurisprudenza della Suprema Corte (n. 15495/2009) secondo cui: "l'onere di depositare i contratti e gli accordi collettivi su cui il ricorso si fonda - imposto, a pena di improcedibilità, dall'art. 369 cod. proc. ci...
19/02/2015 | 8058 Visite

74. IL DISCONOSCIMENTO DELLE RIPRODUZIONI INFORMATICHE DEVE ESSERE CHIARO, CIRCOSTANZIATO ED ESPLICITO - Art. 2712 codice civile (Cassazione Sezione Lavoro n. 3122 del 17 febbraio 2015, Pres. Macioce, Rel. Buffa).
(Giudici avvocati e processi)

Il disconoscimento delle riproduzioni informatiche di cui all'art. 2712 cod. civ., che fa perdere alle stesse la loro qualità di prova, pur non essendo soggetto ai limiti e alle modalità di cui all'art. 214 cod. proc. civ., deve, t...
17/02/2015 | 8041 Visite

75. CONTRO LA STESSA SENTENZA POSSONO ESSERE PROPOSTI DUE RICORSI PER CASSAZIONE - Nel termine breve (Cassazione Sezione Terza Civile n. 2848 del 13 febbraio 2015, Pres. Petti, Rel. Scarano).
(Giudici avvocati e processi)

Nel caso in cui una sentenza sia stata impugnata con due successivi ricorsi per cassazione, il primo dei quali non sia stato depositato o lo sia stato tardivamente dal ricorrente, è ammissibile la proposizione del secondo ricorso, anche ...
13/02/2015 | 7979 Visite

76. LA PROROGA DEI TERMINI CHE SCADONO NELLA GIORNATA DI SABATO NON SI APPLICA A QUELLI CHE SI COMPUTANO A RITROSO - In base all'art. 155 cod. proc. civ. (Cassazione Sezione Lavoro n. 1829 del 2 febbraio 2015, Pres. Vidiri, Rel. Napoletano).
(Giudici avvocati e processi)

L'art. 155, quinto comma, cod. proc. civ. (introdotto dall'art. 2, comma 1, lettera f), della legge n. 263 del 2005), diretto a prorogare al primo giorno non festivo il termine che scada nella giornata di sabato, opera con esclusivo riguardo ai ...
02/02/2015 | 8108 Visite

77. NON SI ASSOLVE ALL'ONERE DI CONTESTAZIONE AFFERMANDO CHE LA PRETESA DELLA CONTROPARTE E' DESTITUITA DI FONDAMENTO - In base all'art. 111 Cost. Rep. (Corte d'Appello di Roma, Sezione Lavoro n. 729 del 2 febbraio 2015, Pres. e Est. Tatarelli).
(Giudici avvocati e processi)

Affermando che "la pretesa del ricorrente è destituita di fondamento sia di fatto che di diritto" il convenuto non assolve all'onere di contestazione. E' noto che, per essere rilevante, la contestazione deve essere specifica, c...
02/02/2015 | 7820 Visite

78. IN CASO DI UN IMPREVEDIBILE MUTAMENTO DELLA GIURISPRUDENZA ALLA PARTE CHE SI SIA ATTENUTA AL PRECEDENTE ORIENTAMENTO IN BASE A UN RAGIONEVOLE AFFIDAMENTO NON SI POSSONO APPLICARE PRECLUSIONI DERIVANTI DALLE NUOVE REGOLE - Overruling (Cassazione Sezione Lavoro n. 1483 del 27 gennaio 2015, Pres. Macioce, Rel. Amendola).
(Giudici avvocati e processi)

Maria M. ha impugnato il licenziamento intimatole dalla Associazione Ecoqualità con ricorso depositato davanti al Tribunale di Catania il 6 febbraio 2008. Con decreto del 18 febbraio 2008 il Giudice monocratico ha fissato l'udienza per il...
27/01/2015 | 9296 Visite

79. LA MOTIVAZIONE DELLA SENTENZA PUO' CONSISTERE NELLA RIPRODUZIONE DI UN ATTO DI PARTE - Senza nulla aggiungervi (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 642 del 16 gennaio 2015, Pres. Salmè, Rel. Di Iasi).
(Giudici avvocati e processi)

Il Fallimento Stampaggio Lamiera Sanmarcoevangelista s.r.l, ha impugnato davanti alla Suprema Corte la sentenza n. 475/2009 della Commissione Tributaria Regionale, Sezione Distaccata di Latina, sostenendone la nullità per violazione degl...
16/01/2015 | 8342 Visite

80. IL GIUDICE DEL LAVORO PUO' SANARE CARENZE NELLE ISTANZE ISTRUTTORIE - In base all'art. 421 c.p.c. (Cassazione Sezione Lavoro n. 66 dell'8 gennaio 2015, Pres. Roselli, Rel. Manna).
(Giudici avvocati e processi)

Per costante giurisprudenza della Suprema Corte la mancata ammissione della prova può essere denunciata in sede di legittimità per vizio di motivazione in ordine all'attitudine dimostrativa di circostanze rilevanti ai fini del deci...
08/01/2015 | 8491 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca