Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri arrow FAMIGLIA


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 11 - 20 di 170
Ordina per
Mostra # risultati



11. SOLO IN VIA SUSSIDIARIA GLI ASCENDENTI SONO OBBLIGATI A PROVVEDERE AL MANTENIMENTO DEI NIPOTI - In base all'art. 148 cod. civ. (Cassazione Sezione Prima Civile n. 20509 del 30 settembre 2010, Pres. Luccioli, Rel. Cultrera).
(Archivi/Famiglia)

L'art. 147 cod. civ. impone ai genitori l'obbligo di mantenere i propri figli. Tale obbligo grava su di essi in senso primario ed integrale, il che comporta che se l'uno dei due non voglia o non possa adempiere, l'altro deve farvi fronte con tutte ...
30/09/2010 | 8822 Visite

12. CHI INTENDE ADOTTARE UN BAMBINO NON PUO' SCEGLIERLO IN BASE AL COLORE DELLA PELLE - Deve applicarsi il principio di non discriminazione (Cassazione Sezioni Unite Civili n. 13332 del 1 giugno 2010 Pres. Carbone, Rel. San Giorgio).
(Archivi/Famiglia)

Il Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione - su istanza depositata in data 28 luglio 2009 dal Presidente di Ai.Bi Associazione amici dei bambini, ente autorizzato, ai sensi dell'art. 39-ter della legge 4 maggio 198, n. 184 e succ. modif....
01/06/2010 | 8562 Visite

13. LA NULLITA' DEL MATRIMONIO CONCORDATARIO PER RISERVA MENTALE NON E' AMMISSIBILE NEL NOSTRO ORDINAMENTO - Perché contrasta con il principio di tutela dell'affidamento incolpevole (Cassazione Sezione Prima Civile n. 10657 del 3 maggio 2010, Pres. Luccioli, Rel. Felicetti).
(Archivi/Famiglia)

La declaratoria di esecutività della sentenza del Tribunale ecclesiastico che abbia pronunciato la nullità del matrimonio concordatario per esclusione, da parte di uno soltanto dei coniugi, dei bona matimonii (cioè per divergen...
03/05/2010 | 8793 Visite

14. IL GIUDICE AL FINE DI STABILIRE SE L'ASSEGNO DI SEPARAZIONE SIA DOVUTO DEVE PRIORITARIAMENTE VALUTARE IL TENORE DI VITA MATRIMONIALE - In base all'art. 156 cod. civ. (Cassazione Sezione Prima Civile n. 8954 del 14 aprile 2010, Pres. Luccioli).
(Archivi/Famiglia)

L'art. 156 cod. civ. attribuisce al coniuge al quale non sia addebitabile la separazione il diritto di ottenere dall'altro un assegno di mantenimento, non già soltanto se egli sia assolutamente indigente, bensì tutte le volte in cui n...
14/04/2010 | 7887 Visite

15. LA DICHIARAZIONE DI ADOTTABILITA' PUO' PRESCINDERE DA GIUDIZI DI RESPONSABILITA' A CARICO DEI GENITORI - Deve essere considerata la situazione oggettiva (Cassazione Sezione Prima Civile n. 7961 del 31 marzo 2010, Pres. Luccioli, Rel. Felicetti).
(Archivi/Famiglia)

La "situazione di abbandono" che rende necessaria la dichiarazione di adottabilità non consiste soltanto nel rifiuto intenzionale e irrevocabile dell'adempimento dei doveri genitoriali e parentali, ma anche in una situazione di fatto obietti...
31/03/2010 | 7876 Visite

16. IL CONIUGE PUO' ESSERE RITENUTO INCAPACE DI TESTIMONIARE IN CASO DI REGIME DI COMUNIONE DEI BENI - Se la causa è diretta ad accrescere il patrimonio comune (Cassazione Sezione Terza Civile n. 988 del 21 gennaio 2010, Pres. Senese, Rel. Filadoro).
(Archivi/Famiglia)

L'interesse a partecipare al giudizio, previsto dall'art. 246 cod. proc. civ. come causa di incapacità a testimoniare, si identifica con l'interesse a proporre la domanda o a contraddirvi, previsto dall'art. 100 dello stesso codice, sicch&ea...
21/01/2010 | 26788 Visite

17. GLI ACCORDI IN SEDE DI SEPARAZIONE NON POSSONO IMPLICARE RINUNCIA ALL'ASSEGNO DI DIVORZIO - Non è applicabile l'art. 5 della legge n. 898 del 1970 (Cassazione Sezione Prima Civile n. 23908 dell'11 novembre 2009, Pres. Luccioli, Rel. Felicetti).
(Archivi/Famiglia)

Gli accordi dei coniugi diretti a fissare, in sede di separazione, i reciproci rapporti economici anche in relazione al futuro ed eventuale divorzio, con rinuncia all'assegno divorzile, sono nulli per illiceità della causa, avuto riguardo al...
11/11/2009 | 7874 Visite

18. I NONNI NON SONO LEGITTIMATI A INTERVENIRE IN UN GIUDIZIO DI SEPARAZIONE FRA I GENITORI DEI LORO NIPOTI - Anche se la legge ha valorizzato il loro ruolo (Cassazione Sezione Prima Civile n. 22081 del 16 ottobre 2009, Pres. Luccioli, Rel. Dogliotti).
(Archivi/Famiglia)

I nonni non sono legittimati ad intervenire come parti interessate in un giudizio di separazione coniugale per ottenere che si tenga conto, nella decisione sull'affidamento dei figli minori, del loro interesse a mantenere i rapporti con i nonni ed ...
16/10/2009 | 6944 Visite

19. L'EDUCAZIONE E' FATTA NON SOLO DI PAROLE, MA ANCHE E SOPRATTUTTO DI COMPORTAMENTI - E di presenza accanto ai figli (Cassazione Sezione Terza Civile n. 18804 del 28 agosto 2009, Pres. Varrone, Rel. Lanzillo).
(Archivi/Famiglia)

I genitori sono responsabili del comportamento delittuoso di un figlio minorenne, anche se prossimo ai 18 anni, per non avere correttamente adempiuto ai loro obblighi di educazione. L'educazione è fatta non solo di parole, ma anche e sopratt...
28/08/2009 | 6446 Visite

20. LE CONDIZIONI DELLA SEPARAZIONE CONIUGALE POSSONO ESSERE MODIFICATE PER LA SOPRAVVENIENZA DI FATTI NUOVI - In base all'art. 156 cod. civ. (Cassazione Sezione Prima Civile n. 14093 del 17 giugno 2009, Pres. Luccioli, Rel. Panzani).
(Archivi/Famiglia)

In caso di separazione personale fra i coniugi le condizioni della separazione giudiziale, ai sensi dell'art. 156, comma 7, cod. civ., possono essere modificate "qualora sopravvengano giustificati motivi", attraverso il ricorso alla procedura camer...
17/06/2009 | 7866 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca