Home arrow Ricerca per filtri arrow LAVORO arrow Fatto e diritto 
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri arrow LAVORO arrow Fatto e diritto


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 61 - 70 di 1784
Ordina per
Mostra # risultati



61. LICENZIAMENTO DI UN LAVORATORE MAROCCHINO RIENTRATO DALLE FERIE CON RITARDO PER ESSERE STATO TRATTENUTO DALLA POLIZIA SPAGNOLA - Questione di prova (Cassazione Sezione Lavoro n. 11920 del 9 giugno 2015, Pres. Roselli, Rel. Ghinoy).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Con ricorso al Giudice del Lavoro di Udine, F.M. ha impugnato il licenziamento intimatogli dalla datrice di lavoro AL.SI. s.r.l. in data 8.11.2006 per giusta causa e con decorrenza dal 23.9.2006, motivato dall'assenza ingiustificata realizzata qua...
09/06/2015 | 7007 Visite

62. LA NATURA RITORSIVA DEL LICENZIAMENTO PUO' ESSERE PROVATA MEDIANTE REGISTRAZIONI DI CONVERSAZIONI TELEFONICHE DEL LAVORATORE CON PERSONE INFORMATE DELLA VICENDA - Collegamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 10386 del 20 maggio 2015, Pres. Roselli, Rel. Maisano).
(Lavoro/Fatto e diritto)

G.A. ├Ę stata licenziata il 2 maggio 2012 dalla srl D. con motivazione riferita a ragioni organizzative. La lavoratrice si ├Ę rivolta al Tribunale di Grosseto sostenendo che il licenziamento deve ritenersi nullo perch├ę avente ...
20/05/2015 | 7775 Visite

63. APPLICAZIONE DELLE TABELLE DI MILANO PER LA DETERMINAZIONE DEL RISARCIMENTO DEL DANNO - Anche quando sia competente il Tribunale di un'altra città (Cassazione Sezione Terza Civile n. 10263 del 20 maggio 2015, Pres. Petti, Rel. Scarano).
(Lavoro/Fatto e diritto)

La Corte d'Appello di Genova, con sentenza del 1 settembre 2010 n. 958, ha liquidato il risarcimento del danno morale per la perdita di un congiunto applicando la tabella del Tribunale di Genova, affermando di condividerne il fondamento. Il dan...
20/05/2015 | 8343 Visite

64. LA COMPLESSITA' DELL'ORGANIZZAZIONE POSTALE NON GIUSTIFICA IL RITARDO NELLA CONTESTAZIONE DI UN ADDEBITO DISCIPLINARE - In base all'art. 7 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 9903 del 14 maggio 2015 Pres. Roselli, Rel. Venuti).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Ai primi di novembre del 2006 i servizi ispettivi della s.p.a. Poste Italiane hanno scoperto che nel 2004 la somma di euro 56 versta da un cliente era stata accreditata al Comune di Belluno, Ufficio Acquedotti per il pagamento di una bolletta d...
14/05/2015 | 7095 Visite

65. IL RINVIO DELLA COMPARIZIONE DEL LAVORATORE INCOLPATO IN SEDE DISCIPLINARE DEVE ESSERE DISPOSTO SOLO SE LA RICHIESTA RISPONDE A UN'ESIGENZA DIFENSIVA NON ALTRIMENTI TUTELABILE - In base all'art. 7 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 9223 del 7 maggio 2015, Pres. Stile, Rel. Napoletano).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Franco R., dipendente della S.p.a. Poste Italiane sottoposto a procedimento disciplinare con l'addebito di avere, sul posto di lavoro, aggredito il proprio superiore, ha chiesto, in base all'art. 7 St. Lav. di essere sentito per difendersi. L'a...
07/05/2015 | 6998 Visite

66. COLLOCAMENTO AL LAVORO DEI CENTRALINISTI NON VEDENTI - In seguito a segnalazione della Telecom sull'installazione di un centralino (Cassazione Sezione Lavoro n. 9215 del 7 maggio 2015, Pres. Stile, Rel. Venuti).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Il Tribunale di Palermo, con sentenza n. 5489/05, in accoglimento della domanda proposta da G.S. nei confronti del Ministero dell'Istruzione e del Liceo Classico statale "G.Meli" di Palermo, dichiarava il diritto del ricorrente, in qu...
07/05/2015 | 8455 Visite

67. LEGITTIMO IL LICENZIAMENTO DEL LAVORATORE CHE ABBIA OTTENUTO UN PERMESSO PER ASSISTERE LA MADRE GRAVEMENTE DISABILE E LO ABBIA INVECE UTILIZZATO PER PARTECIPARE A UNA SERATA DANZANTE - Disvalore sociale della condotta (Cassazione Sezione Lavoro n. 8784 del 30 aprile 2015, Pres. Vidiri, Rel. Napoletano).
(Lavoro/Fatto e diritto)

A.E. dipendente della s.p.a. S., ├Ę stato licenziato per avere partecipato a una serata danzante durante la fruizione di un permesso ottenuto in base alla legge n. 104 del 1992 per assistere la madre disabile grave. Egli ha impugnato il l...
30/04/2015 | 6522 Visite

68. IL LAVORO DEL PIZZAIOLO E' NECESSARIAMENTE SUBORDINATO - Anche se svolto per breve tempo (Cassazione Sezione Lavoro n. 7024 dell'8 aprile 2015, Pres. Macioce, Rel. Buffa).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Il Tribunale di Roma, con sentenza del 2004, in parziale accoglimento del ricorso proposto da  E. contro la rosticceria Donna Olimpia srl, ha condannato la società al pagamento in favore del lavoratore della somma di euro 4700 oltre...
08/04/2015 | 7270 Visite

69. L'USO DI PAROLE SGRADEVOLI DA PARTE DEL DIPENDENTE PUO' NON ESSERE SUFFICIENTE A GIUSTIFICARE IL LICENZIAMENTO - Sanzione eccessiva (Cassazione Sezione Lavoro n. 5878 del 24 marzo 2015, Pres. Lamorgese, Rel. Bandini).
(Lavoro/Fatto e diritto)

D.M. dipendente della societ├á cooperativa C.M. ha denominato alcuni file di lavoro con i titoli "merda" e "nuova merda". Ella ├Ę stata sottoposta a procedimento disciplinare per avere espresso disprezzo per l'att...
24/03/2015 | 7024 Visite

70. IL TERMINE PER IMPUGNARE IL LICENZIAMENTO DAVANTI AL GIUDICE NON E' DI 330 GIORNI - In base all'art. 6 della legge n. 604 del 1966 e all'art. 32 L. n. 183 del 2010 (Cassazione Sezione Lavoro n. 5717 del 20 marzo 2015, Pres. Roselli, Rel. Maisano).
(Lavoro/Fatto e diritto)

L'art. 6 della legge n. 604 del 1966, come modificato dall'art. 32 della legge n. 183 del 2010, prevede il termine decadenziale di 60 giorni per l'impugnazione del licenziamento a mezzo di comunicazione scritta e sancisce l'inefficacia della im...
20/03/2015 | 18668 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca