Home arrow Ricerca per filtri arrow LAVORO arrow Fatto e diritto 
Restringi Allarga Aumenta carattere Diminuisci carattere Caratteri normali
Ricerca per filtri arrow LAVORO arrow Fatto e diritto


Seleziona l'anno di pubblicazione

Filtra risultati per:

Risultati 111 - 120 di 1784
Ordina per
Mostra # risultati



111. LA SUBORDINAZIONE SI REALIZZA ANCHE CON IL CONFERIMENTO DI MANSIONI DIRETTIVE - Inserimento nell'organizzazione aziendale (Cassazione Sezione Lavoro n. 9196 del 23 aprile 2014, Pres. Coletti De Cesare, Rel. D'Antonio).
(Lavoro/Fatto e diritto)

In seguito ad ispezione, funzionari dell'INPS hanno accertato che presso un supermercato della s.r.l. Deca lavorava, con contratto di consulenza Franco C., socio della medesima, con mansioni di gestore e coordinatore dell'esercizio. Ravvisando ...
23/04/2014 | 6829 Visite

112. IL POTERE RIPETUTAMENTE ESERCITATO DAL DATORE DI LAVORO DI SPECIFICARE LA PRESTAZIONE LAVORATIVA CARATTERIZZA LA SUBORDINAZIONE - Inserimento nell'organizzazione aziendale (Cassazione Sezione Lavoro n. 8364 del 9 aprile 2014, Pres. Coletti De Cesare, Rel. Mancino).
(Lavoro/Fatto e diritto)

La ditta Fisiomed ha impiegato con contratti di collaborazione autonoma alcuni fisioterapisti ai quali di giorno in giorno impartiva direttive in ordine all'attività da svolgere, attraverso la predisposizione dell'agenda degli impegni, d...
09/04/2014 | 6289 Visite

113. IL DIRIGENTE PUBBLICO ILLEGITTIMAMENTE LICENZIATO HA DIRITTO ALLA REINTEGRAZIONE NEL POSTO DI LAVORO - In applicazione dell'art. 18 St. Lav. (Cassazione Sezione Lavoro n. 8077 del 7 aprile 2014, Pres. Roselli, Rel. Ghinoy).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Giuseppe E., dipendente della Provincia di Gorizia con qualifica di dirigente è stato licenziato con l'addebito di avere presentato nei confronti della giunta provinciale denunce penali cui la stampa locale aveva dato ampio rilievo, aven...
07/04/2014 | 8535 Visite

114. IL DIPENDENTE, DI FATTO, DI UN ENTE PUBBLICO HA DIRITTO AL TRATTAMENTO ECONOMICO PER LE MANSIONI SVOLTE - Anche se non assunto per concorso (Cassazione Sezione Lavoro n. 7376 del 28 marzo 2014, Pres. Vidiri, Rel. Marotta).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Antonella M. ha lavorato presso il Coni con contratti di collaborazione coordinata e continuata come segretaria addetta all'amministrazione e ai contatti con il pubblico con specifici orari e turni di lavoro. Cessato il rapporto la lavoratrice h...
28/03/2014 | 7678 Visite

115. NEL PUBBLICO IMPIEGO NON SI APPLICA LA TUTELA DELLA PROFESSIONALITA' SPECIFICA, PREVISTA DALL'ART. 2103 C.C. - In materia di cambiamento di mansioni (Cassazione Sezione Lavoro n. 7106 del 26 marzo 2014, Pres. Vidiri, Rel. Balestrieri).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Paolo P. dipendente con qualifica di funzionario del Comune di Castelfidardo, come comandante della Polizia Municipale, nell'aprile del 2003 è stato privato di tale incarico e destinato al settore servizi all'utenza. Egli si è rivol...
26/03/2014 | 7626 Visite

116. IL PRINCIPIO DELLA PARITA' DI TRATTAMENTO NEL PUBBLICO IMPIEGO NON PRECLUDE LE DIFFERENZIAZIONI OPERATE DAI CONTRATTI COLLETTIVI - In ragione di specifiche situazioni (Cassazione Sezione Lavoro n. 6842 del 24 marzo 2014, Pres. Vidiri, Rel. Marotta).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Cosimo P. ed altri dipendenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si sono rivolti al Tribunale di Roma per ottenere il pagamento di differenze di retribuzione a titolo di "indennità di amministrazione", in base al ...
24/03/2014 | 7554 Visite

117. NULLITA' DELLA NORMA DEL CNLG CHE PREVEDEVA LA POSSIBILITA' DI LICENZIARE IL GIORNALISTA PRIMA DEL COMPIMENTO DEI 65 ANNI - In base all'art. 4 della Legge n. 108/90 (Cassazione Sezione Lavoro n. 6047 del 14 marzo 2014, Pres. Stile, Rel. D'Antonio).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Massimo P. giornalista, dipendente dell'ANSA è stato licenziato nel luglio 2002 con motivazione riferita all'art. 33 terzo comma del contratto nazionale di lavoro giornalistico, che prevedeva la licenziabilità del giornalista che aves...
14/03/2014 | 7318 Visite

118. LA MANCANZA DELL'ASSOGGETTAMENTO AL POTERE DISCIPLINARE DEL DATORE DI LAVORO NON E' SUFFICIENTE AD ESCLUDERE LA SUBORDINAZIONE - Necessaria una valutazione complessiva degli indizi (Cassazione Sezione Lavoro n. 4856 del 28 febbraio 2014, Pres. Roselli, Rel. Manna).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Riccardo D., psicologo, ha lavorato per l'Azienda USL n. 1 di Massa Carrara con un contratto denominato di lavoro autonomo. Cessato il rapporto egli si è rivolto al Tribunale di Massa sostenendo di avere in effetti lavorato in condizioni di ...
28/02/2014 | 7055 Visite

119. IL LAVORATORE PUO' OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO D'IMMAGINE DERIVATO DALLA DIVULGAZIONE DELLA MOTIVAZIONE DEL LICENZIAMENTO - Il pregiudizio può essere provato anche mediante presunzioni, massime di comune esperienza o fatti notori (Cassazione Sezione Lavoro n. 4854 del 28 febbraio 2014, Pres. Roselli, Rel. Manna).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Giuseppe S. assunto a tempo determinato dal Ministro Affari Esteri per una missione in Tunisia, nell'ambito di un programma di cooperazione, è stato licenziato con motivazione riferita ad addebiti di gravi comportamenti. Il Ministero ha invi...
28/02/2014 | 6878 Visite

120. L'ATTIVITA' DI CACCIATORE PUO' ESSERE RITENUTA COMPATIBILE CON LO STATO DI MALATTIA - Con esclusione della giusta causa di licenziamento (Cassazione Sezione Lavoro n. 4869 del 28 febbraio 2014, Pres. Miani Canevari, Rel. Maisano).
(Lavoro/Fatto e diritto)

Pietro P. dipendente della Bulgari S.p.A. è stato sottoposto a procedimento disciplinare e licenziato con l'addebito di essere stato visto in abiti da cacciatore in tre giorni in cui era assente per malattia. Egli ha impugnato il licenzi...
28/02/2014 | 6322 Visite

  
Top

Area utenti






Password dimenticata?

Ricerca